Ateneo per il lavoro mette a disposizione delle aziende e dei Consulenti del lavoro il know-how che da sempre lo caratterizza, provvedendo alla realizzazione di tutte le fasi di predisposizione dei Piani Formativi Individuali, monitorando le fasi di apprendimento e l’assolvimento degli obblighi formativi previsti dalla formazione di base e trasversale.

 

Il contratto di Apprendistato

 

Il contratto di apprendistato è per definizione un contratto di lavoro a tempo indeterminato, rivolto ai ragazzi di età compresa fra i 15 e i 29 anni.

L’elemento caratterizzante dell’apprendistato è rappresentato dal fatto che il datore di lavoro, nell’esecuzione dell’obbligazione posta a suo carico, è tenuto ad erogare, come corrispettivo della presentazione di lavoro, non solo la retribuzione, ma anche la formazione necessaria all’acquisizione delle competenze professionali o alla riqualificazione di una professionalità.

 

 L’apprendistato professionalizzante

L’apprendistato professionalizzante è finalizzato al conseguimento di una qualifica professionale ai fini contrattuali. Possono essere assunti, in tutti i settori di attività, pubblici e privati, i soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni.

La formazione:

La normativa in materia di apprendistato prevede che, nell’arco della durata massima del contratto di 3 anni (5 anni per il settore e i profili dell’artigianato) e per una durata complessiva di 120 ore, l’apprendista svolga due tipologie di attività formative:

  • Formazione per l’acquisizione di competenze di base e trasversali,
  • Formazione per l’acquisizione delle competenze tecnico-professionali e specialistiche, in funzione del profilo professionale stabilito e secondo quanto stabilito dagli accordi interconfederali e dai contratti collettivi.

La formazione viene svolta in un’aula didattica e impartita da docenti esperti in materia i quali si avvalgono di idonei strumenti didattici finalizzati all’apprendimento.